Papa Bergoglio: “Dio vi chiederà conto di tutti gli immigrati morti sui barconi”

Condividi!

“Ieri si è celebrata la Giornata mondiale in ricordo delle vittime di atti di violenza basati sulla religione e sul credo. Preghiamo per questi nostri fratelli e sorelle, e sosteniamo con la preghiera e la solidarietà anche quanti, e sono tanti, ancora oggi vengono perseguitati a causa della loro fede religiosa. Tanti!”. Lo ha dichiarato Papa Bergoglio dopo la recita dell’Angelus. È quanto scrive l’agenzia AgenSir.

Domani, ha proseguito, “ricorre il decimo anniversario del massacro di settantadue migranti e San Fernando, a Tamaulipas, in Messico. Erano persone di diversi Paesi che cercavano una vita migliore. Esprimo la mia solidarietà alle famiglie delle vittime che ancora oggi invocano giustizia e verità su quanto accaduto. Il Signore ci chiederà conto di tutti i migranti caduti nei viaggi della speranza. Sono stati vittime della cultura dello scarto”.

“Domani si compiono anche quattro anni dal terremoto che ha colpito l’Italia Centrale. Rinnovo la preghiera per le famiglie e le comunità che hanno subito maggiori danni, perché possano andare avanti con solidarietà e speranza; e mi auguro che si acceleri la ricostruzione, affinché la gente possa tornare a vivere serenamente in questi bellissimi territori dell’Appennino”. “Desidero inoltre – conclude il pontefice – ribadire la mia vicinanza alla popolazione di Cabo Delgado, nel Nord del Mozambico, che sta soffrendo a causa del terrorismo internazionale. Lo faccio nel vivo ricordo della visita che ho compiuto in quel caro Paese circa un anno fa”.

Condividi!

9 thoughts on “Papa Bergoglio: “Dio vi chiederà conto di tutti gli immigrati morti sui barconi”

  1. questo è un telegiornale non un’omelia. Notate la tecnica della “diffusione della colpa”: dopo aver detto che tutti noi, compreso Lui saremo chiamati da Dio a rispondere dei migranti “caduti” (come eroi in guerra), cita una “cultura dello scarto” (nota solo a lui). La colpa si diluisce da un universale “NOI” a una “CUTURA DELLO SCARTO”. Vedete bene che in pratica non è colpa di nessuno in particolare.

  2. Risparmiate commenti del cazzo sennò vi mando a cagare ….Non ci vuole molto, ma a quanto pare, il sonno che molti stanno vivendo è troppo, troppo, troppo profondo “Ma voi avete capito che ci siamo sacrificati invano per 4 mesi?
    Avete capito che abbiamo forzatamente chiuso attività e molti non sono riusciti a riaprire?
    Avete capito che respingiamo turisti, i nostri connazionali non possono rientrare in Italia e accogliamo migliaia di immigrati nonostante l’emergenza e arrivano aerei con Pakistani Indiani e dal Bangladesh senza controllo?
    Avete capito che prendiamo multe salate se la mascherina non copre bene il naso mentre gli infetti che accogliamo scappano in giro perché rifiutano la quarantena? Avete capito che molti di noi aspettano 2 spicci da marzo e spendiamo 4.800 euro a migrante su navi da crociera?
    Avete capito che il bonus monopattino, bicicletta elettrica, vacanze e 300 € a banco per le scuole è un calcio nei denti a chi ha le toppe al culo?
    Avete capito che nostri imprenditori si suicidano?
    Avete capito che ci è stato negato l’ultimo saluto ai nostri cari mentre entrava chiunque sotto virus?
    Avete capito che boss mafiosi sono stati scarcerati mentre noi eravamo chiusi in casa?
    Avete capito che si sta cancellando la storia, abbattendo statue e stanno bruciando chiese e simboli religiosi cristiani, base della nostra cultura?
    Avete capito che gli altri Paesi non fanno come noi?
    Lo avete capito?
    Perché nel silenzio e nella rassegnazione generale stiamo morendo come popolo, come civiltà, come cultura, come identità.”

    1. Santo Padre,quando parla di coscienza e accoglienza Lei si esclude? Per Lei basta pregare? Vedo che non serve a molto. Oltre a pregare perché non accoglie i migranti nelle proprietà del clero. Magari può anche chiedere come mai hanno catenine d ‘ oro, cellulari ultima generazione e quant’ altro. Non arrivano tanto maltrattati. Preghi per tanti italiani e altre popolazioni che non sbarcano dai barconi, ma stanno peggio.

  3. pensa lei non me siete contro noi italiani da sempre apposta fare politica pregate io gia faccio dialisi manco sapete cosa eee dialisi invalidita da fame tengo voi preti papa avete miliardi euro non pagate ne ici nulla quindi emigrati clandestini ong con coronavirus portateli in chiesa casa vostra punto noi italiani facciamo fame ci vuole un papa italiano punto non sei mio papa punto credo dio gesu padre pio tutti tranne preti vescovi papa perche nulla vi importa noi italiani avete sempre bocca emigrati clandestini ong con coronavirus questa verita chiesa preti papa vescovi basta fare politica pensate pregare pensare noi ITALIANI chi fa dialisi punto amennnnn

  4. Mi scusi Anonimo delle 15:32, a chi sta rispondendo? Ad anonimo delle 15:27 oppure a Bergoglio?
    Se magari metteste un identificativo qualsiasi, non importa il nome proprio, sarebbe più facile capire.
    Scusate, grazie

  5. Per Anonimo delle 15:57.
    Adesso ho capito e la sostengo. Noi non abbiamo un papa che preghi per tutti, di noi non gli interessa granché.
    Come dice lei ha sempre in bocca emigrati clandestini, non gli interessa neppure dei cristiani perseguitati nel mondo.
    Non ultimo conosco anche il suo problema personale e confermo che è tutt’altro che semplice conviverci, soprattutto in mancanza di mezzi. Le faccio tanti auguri.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.