Conte ricatta i lampedusani: meno tasse se non si oppongono agli sbarchi illegali

Condividi!

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte prova a corrompere Lampedusa come d’altronde i suoi predecessori hanno già fatto in questi anni, purché non si oppongano agli sbarchi clandestini: come? Garantendo ai lampedusani meno tasse e la promessa che trasferirà gli immigrati il prima possibile in tutto il resto d’Italia. Ci si augura soltanto che i patrioti locali non cedano a questi compromessi se hanno realmente a cuore il territorio su cui vivono.

Lampedusa, in arrivo sostegni economici. Oggi verranno definite misure a sostegno dell’economia di Lampedusa dal congelamento dei termini fiscali al 31 dicembre 2021 ai mutui agevolati sul modello dei Comuni del cratere del terremoto, ma estesi ai settori alberghiero e pesca. Sono alcune delle misure di cui parleranno nell’incontro convocato da Conte a Palazzo Chigi i ministri Luciana Lamorgese e Roberto Gualtieri, il presidente della Sicilia, Nello Musumeci ed il sindaco Totò Martello. Prevista anche la bonifica del porto dalle barche. È quanto ha riportato ieri Rai News.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.