Coronavirus, Bellanova: “Abbiamo bisogno degli immigrati, pensare alle riaperture”

Condividi!

“Avere una norma che sbatte fuori le persone è sbagliato; averla adesso, in questo momento, è doppiamente sbagliato”. Così Teresa Bellanova, ministra delle Politiche agricole, ai microfoni della trasmissione radiofonica ‘Circo Massimo’ su Radio Capital. “Noi abbiamo bisogno degli immigrati per portare avanti anche il normale funzionamento della catena alimentare – spiega – E anche perché questi processi o li regola lo Stato o la mafia. E io voglio che sia lo Stato”.

Nel Nord, spiega Bellanova, “c’erano tanti lavoratori dell’Est nelle campagne per la raccolta e, nonostante il corridoio verde europeo, non si vogliono spostare. Oggi incontrerò l’ambasciatore romeno per parlarne”.

“Il Paese ritorni gradualmente a produrre con il massimo di garanzia per i lavoratori – dice ancora Bellanova – Abbiamo grande rispetto per la scienza, è un punto di riferimento. Dobbiamo avere in grande conto quello che la scienza ci mette a disposizione e fare lo sforzo per non scegliere le vie più semplici”.

“Non dobbiamo scegliere le scorciatoie, come dire chiudiamo tutto, ma le vie complesse, ad esempio pensare alle riaperture, a nuovi modi di lavoro. Se non lo facciamo adesso, rischiamo di andare fuori dalla competizione a livello globale” conclude Bellanova. FONTE: Adnkronos

Condividi!

2 thoughts on “Coronavirus, Bellanova: “Abbiamo bisogno degli immigrati, pensare alle riaperture”

  1. MENTONO SAPENDO DI MENTIRE.. COME SEMPRE… CHISSÀ XC NN SI POSSONO UTILIZZARE LE PERSONE CHE PRENDONO IL REDDITO DI CITTADINANZA.. A SPASSO… EH.. NO.. SERVONO VOTI E 💲💲.. ALTRIMENTI SONO FINITI!!!

  2. L’Italia è strapiena di persone che hanno un disperato bisogno di lavorare.
    Come si fa a chiedere di lavorare, stando chiusi in casa? Come si raggiungono le aziende?
    Poi, è necessario anche chiedere: ma certe aziende agricole, hanno bisogno di braccianti o di schiavi?
    Perchè di gente disposta a lavorare, anche per poco, ce n’è fin troppa, disposta a lavorare 10 ore per 10, 20 € no.
    È per questo che servono gli schiavi negri? Cari signori della sinistra? Per non affrontare il problema di un mercato che sacrifica i salari in favore gli utili di chi non lavora? Eh! Cari miei comunisti da salotto, la gente ha mangiato la foglia!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.