Coronavirus, contagiato medico che denunciò mascherine del Governo: è in gravi condizioni

AOSTA – L’urologo Domenico Pone, autore di un video-denuncia che nei giorni scorsi aveva acceso le polemiche sulle mascherine date al personale sanitario valdostano, è ricoverato nel reparto Covid-19 dell’ospedale Parini di Aosta. Pone accusava alcuni sintomi sospetti da giorni. Il peggiorare delle sue condizioni ha portato al ricovero urgente in ospedale.

Il dottore nei giorni scorsi aveva diffuso tramite WhatsApp un video, poi finito sui social network tra cui Facebook e Twitter, in cui spiegava di aver ricevuto, insieme a tanti medici impegnati nell’emergenza al Parini, mascherine-fazzoletto ritenute inadatte come presidio medico contro possibili contagi di Coronavirus.

Ne era nata una forte polemica con l’azienda Usl, chiusasi solo dopo che lo stesso Pone aveva provveduto a scusarsi definendo la circostanza «come un suo sfogo personale che non doveva essere pubblicizzato». Lo fa sapere La Stampa.

Condividi!

4 commenti

  1. I medici e il personale ospedaliero non possono permettersi di evidenziare i problemi.
    Dove vivo io, ad esempio, molti medici sono a contartto da un tempo ben più lungo di quanto la legge consentirebbe, fanno turni di 12 ore da quasi un decennio e non oso immaginare in quali condizioni stiano lavorando ora.
    Il tutto, giustificato da uno stato di emergenza (permanente!), causato dai tagli, di dirigenti ben stipendiati e promossi.
    Perchè di tutto ciò non si sente parlare (anzi, maggica Toscana!)? Si chiama RICATTO.

  2. È veramente 1 tristezza vedere questi “medici guerrieri” che si battono x salvare le vite(LORO SI!!) e persone che vanno in tv truccate incompetenti arroganti a blaterare il niente!!! Spero che questo medico ce la faccia!!! 1 abbraccio forte!!!

  3. Mi duole il cuore vedere medici, infermieri, al fronte,che non sono tutelati contro un mostro che si sta portando via tante vite umane! Xche’ non vengono convertite aziende x fare mascherine,respiratori, ecc…. Xche’ si parla tanto, e non vengono fatti tamponi al personale che sta in prima linea,come medici, infermieri, farmacisti, operatori del 118, militari, cassiere del supermercato,ecc ecc. Se questo virus resiste x qualche ora( sembra dalle tre ore in su a secondo che materiale trova) xche’ non si obbliga le persone a portare la mascherina? Xche’ in Cina,in Corea del Sud ,le persone sono obbligate? E i risultati di vedono! Xche’ a noi dicono che non sono importanti ,xche’ non ci sono! Non ci sono, purtroppo è una realtà ,ma una sciarpa davanti alla bocca sicuramente salverebbe tante vite, xche’ il virus rimarrebbe più circoscritto! Faccio tanti auguri a tutti i medici e infermieri e il personale che sta lavorando x difendere le nostre vite! Lo Spirito Santo vegli su di voi!

Rispondi