Coronavirus, sindaco Canella: “L’elemosina di Conte è un insulto”

Condividi!

Daniele Canella, sindaco di San Giorgio delle Pertiche (Padova): “Elemosina? No grazie!”.

“Voglio condividere con voi, da giovane Sindaco, una riflessione seria. Questi 400 milioni sono un insulto ai Sindaci e agli amministratori locali. Da lunedì ci troveremo i centralini dei Comuni intasati di gente che chiederà soldi “perché l’ha detto Conte”.

Il budget è 400 milioni, da dividere per 60 milioni di italiani in poco meno di 8mila comuni di tutta la penisola. A conti fatti sono circa sei euro a cittadino (qualcosa meno per quelli del Veneto visto che Conte ha specificato che saranno distribuiti in base agli indici di povertà dei territori).

Nel mio comune, San Giorgio delle Pertiche, con 10mila abitanti avrò spero 40mila euro, forse 50mila euro. Calcolando circa 500 euro a famiglia (che mi sembra una soglia minima di sopravvivenza per chi è senza reddito da un mese) vorrà dire che riusciremo ad aiutare 60/70/80 famiglie (su 4mila famiglie di cui oltre il 20% con reddito da commercio o libere professioni).

L’ennesimo provvedimento spot che scaricherà sui Sindaci la colpa di escludere la maggior parte delle famiglie e dover scegliere quelle da aiutare e quelle da lasciare indietro.

Intanto aspettiamo che arrivino e che ci dicano i criteri di come suddividerli, ma voglio essere chiaro fin da subito: quando i soldi saranno finiti (quasi subito) e la gente esclusa pretenderà di ricevere quanto promesso (“con questo provvedimento aiuteremo tutte le persone in difficoltà” cit. Giuseppe Conte) io lo dico già, darò loro questo numero 06.67791, ovvero quello di Palazzo Chigi! Scusate lo sfogo.

Niente vero per le attività produttive, che sono il motore pulsante di questo territorio? I quattro miliardi promessi ai comuni sul Fondo di Solidarietà Comunale sono una erogazione in anticipo di due mesi, che è già contabilizzata nei nostri bilanci per coprire le spese correnti. Quindi di questi soldini, nulla in più di spendibile per i cittadini! Solo l’ennesimo spot. Alla prossima puntata.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.