Documenti Covid-19 secretati, avvocato Taormina: “Fanno semplicemente schifo”

Condividi!

L’avvocato Carlo Taormina: “Fanno semplicemente schifo. Consegniamoci alla magistratura e a Conte. Ogni battaglia è inutile. È un muro di gomma nel quale ormai si infrange ogni speranza di democrazia. In 48 ore il Consiglio di Stato ha bloccato ogni possibilità di conoscere le responsabilità del governo per epidemia colposa e omicidio colposo plurimo di almeno 30.000 italiani”.

“Cancellando la decisione del Tar Lazio di conoscere per quale ragione non fu chiuso tutto il 31 gennaio ma solo il 9 marzo, il Consiglio di Stato ha definitivamente messo la pietra tombale sulla possibilità che si conoscano quegli atti. Fanno solo schifo e si salvano come vogliono dalla galera. E noi piangiamo i morti ammazzati e la generazione di anziani che è stata sterminata”.

“Mi auguro che sia chiaro quello che sto dicendo: in quelle carte sta la prova delle responsabilità di Conte e di Speranza e in questo modo non rispondono dei loro crimini. Avevano tentato in Parlamento di farsi lo scudo penale, glielo abbiamo impedito e ora trovano questo modo di sopprimere il diritto alla conoscenza da parte degli italiani. Chicca finale. Lo sapete chi ha messo la pietra tombale al Consiglio di Stato? Franco Frattini, ex ministro di chi? Di Berlusconi. Non siamo cittadini, siamo servi”.

Condividi!

2 thoughts on “Documenti Covid-19 secretati, avvocato Taormina: “Fanno semplicemente schifo”

    1. Ma avvocato, io ho letto che il consiglio di stato con Franco Frattini ha rimandato la decisione al 10 settembre, perché anche loro si chiedono il motivo di secretare atti quando “la moda” sarebbe di fare il contrario.
      Francamente l’ho dovuta cercare questa notizia, tutti i giornali cercano di evitare e questo mi dà molto fastidio da parte dei giornali non allineati!
      Se la prende persa lei noi cosa dovremmo fare?

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.