Emiliano (Pd) ai pugliesi: “Non portateci epidemia lombarda”. Ora accoglie immigrati infetti

Condividi!

Per evitare che il Covid-19 si diffondesse nel Sud Italia, solo qualche mese il governatore della regione Puglia, Michele Emiliano, implorava i pugliesi, che studiano e/o lavorano al Nord, di non tornare nella propria terra d’origine: “Vi parlo come se foste i miei figli, i miei fratelli, i miei nipoti: fermatevi e tornate indietro. Scendete alla prima stazione ferroviaria, non prendete gli aerei per Bari e per Brindisi, tornate indietro con le auto, lasciate l’autobus alla prossima fermata. Non portate nella vostra Puglia l’epidemia lombarda, veneta ed emiliana. State portando nei polmoni dei vostri fratelli e sorelle, dei vostri nonni, zii, cugini, genitori il virus che ha piegato il sistema sanitario del Nord Italia. Avreste potuto proteggervi come prescritto, rimanendo in casa e adottando tutte le precauzioni che ormai avrete imparato”.

Ora invece, come se niente fosse, accoglie, a spese dei contribuenti italiani, immigrati infetti nei vari centri d’accoglienza, distribuiti su tutto il territorio pugliese. È risaputo che molti di questi extracomunitari ogni giorno tentano di fuggire dalla quarantena obbligatoria mettendo a serio rischio la salute pubblica. Il commento di Matteo Salvini: “Puglia come campo profughi infetti, alla faccia della salute e del turismo? Follia targata Pd. A settembre sfratto per Emiliano dalla Lega e dai pugliesi”. Lo scrive Puglia Today.

Condividi!

One thought on “Emiliano (Pd) ai pugliesi: “Non portateci epidemia lombarda”. Ora accoglie immigrati infetti

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.