Governo “riempie” Treviso di migranti positivi, sindaco: “E io faccio causa allo Stato”

Condividi!

Il sindaco di Treviso, Mario Conte, ha intenzione di voler far pagare allo Stato la situazione di emergenza scaturita dopo che all’ex Caserma Serena sono stati riscontrati 129 migranti positivi al test del tampone. Il primo cittadino del capoluogo veneto ha già fatto sapere che il nuovo focolaio ha generato un danno incalcolabile per la città e la provincia in termini di immagine. Ovviamente in tutta la provincia c’è grande preoccupazione. È quanto ha riportato il Quotidiano del Piave.

Ci stavamo riprendendo, il turismo stava nuovamente vedendo la luce e con questa batosta ci ritroviamo a terra dopo che il Governo non ha mai ascoltato la nostra richiesta di chiudere la Caserma – ha affermato il sindaco di Treviso -. A dirla tutta, stiamo ancora aspettando che il Ministro Lamorgese venga a vedere con i suoi occhi la situazione. Lo Stato dovrà renderne conto. Sono arrabbiato perché ora ci troviamo a fronteggiare una nuova emergenza. E la colpa non è dei cittadini”.

Condividi!

3 thoughts on “Governo “riempie” Treviso di migranti positivi, sindaco: “E io faccio causa allo Stato”

  1. Mandimoli tutti a Roma se ti serve una mano x caricarli in vengo anche io .e come distanze di sicurezza uso un bastone pieno di nodi lungo 2 metri
    CARO sarebbe che venissero tutti interpellati le persone e le azinde agricole che li hanno usati. E che dovrebbero fare i test o il tampone anche loro

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.