Lamorgese ha paura: “Italiani alla fame, rischio violenze in autunno”

Condividi!

“Non possiamo ignorare la possibilità di un ritorno del virus, ma proprio per questo i nostri atteggiamenti devono essere responsabili”. Così ad Agorà la ministra dell’Interno, Lamorgese. No agli arrivi che possono creare nuovi focolai. “Concreto il rischio di rabbia sociale” in autunno. “Vediamo negozi chiusi e cittadini che non riescono a provvedere ai bisogni quotidiani”, aggiunge. Poi, per le Amministrative: “Firmerò il decreto in questi giorni per il 20 e 21 settembre, spero ci sia Election Day”.

Migranti – Ma nell’agenda di Lamorgese c’è oggi anche un nuovo vertice sui decreti sicurezza. E la ministra spiega che si andrà oltre le modifiche chieste dal Quirinale. In particolare sul tema dell’accoglienza: “Credo che arriveremo in tempi brevi a modifiche in materia di immigrazione che potrebbero andare oltre le osservazioni della presidenza della Repubblica. Potrebbero riguardare il sistema di accoglienza, la protezione umanitaria. Stiamo lavorando su questi due punti, e sono ottimista che arriveremo ad una soluzione condivisa”. Lo riporta Rai News.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.