Malta: migranti in quarantena su barconi fuori dalle acque territoriali

Condividi!

Come scrive l’Ansa, il Governo maltese ha confermato la chiusura dei porti per via della diffusione del Coronavirus e ha deciso che gli immigrati salvati nella sua zona SAR saranno ospitati su imbarcazioni a 13 miglia dalla costa, fuori dalle acque territoriali maltesi. Noi invece li mettiamo su navi da crociera dal costo esorbitante dentro le acque territoriali italiane.

Lo ha reso noto il notiziario in maltese della TV pubblica Tvm, precisando che il Governo ha già informato la Commissione europea della sua decisione. Il Times of Malta ha indicato che per i primi 57 è stato noleggiato un barcone da 34 metri normalmente usato per gite turistiche giornaliere tra Malta e Gozo.

Condividi!

One thought on “Malta: migranti in quarantena su barconi fuori dalle acque territoriali

  1. Santelli tieni duro, gli italiani che vogliono essere liberi dagli incapaci che sono a Roma, SONO TUTTI CON TE, io sono veneto ma ti ammiro, hai coraggio e capacità di saper valutare la situazione che c’è in Calabria; quelli che sono a Roma non sanno valutare nulla, le regioni non sono tutte uguali, bisogna saper valutare, ma per questo serve un minimo di intelligenza! Sono stati fatti un sacco di elogi a Zaia (il doge) peròl oggi 04/05/2020 non ha modificato un tubo, ha calato le brache ai romani! VAI SANTELLI.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.