Mattarella parla di Willy: non spese mezza parola su Pamela e Desirée

Condividi!

“Siamo sconvolti per la morte di Willy Monteiro Duarte, pestato a morte per aver difeso un amico contro la violenza”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, parlando a Vo’ Euganeo in occasione dell’avvio dell’anno scolastico. “Il suo volto sorridente resterà come un’icona di amicizia e di solidarietà, che richiama i compiti educativi e formativi della scuola e dell’intera nostra comunità”, ha aggiunto il Capo dello Stato.

“E’ lo stesso Mattarella che non disse una parola su Pamela, fatta a pezzi da un branco di richiedenti asilo nigeriani. Che non aprì bocca, per lo stupro e l’omicidio di Desirée, massacrata da un gruppo di richiedenti asilo africani. Lo stesso Mattarella che come tutti gli altri politici e giornalisti non ha detto nulla sul povero Filippo Limini, pestato e finito con l’auto da un branco di albanesi”, scrive Vox.

“Io trovo vergognoso che il Presidente della Repubblica non abbia ritenuto di fare una telefonata alla madre di questa ragazza o di dire una parola su questa ragazza, perché è il Presidente della Repubblica italiana”. Disse la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, al tempo della morte di Pamela Mastropietro.

Condividi!

One thought on “Mattarella parla di Willy: non spese mezza parola su Pamela e Desirée

  1. L’ultimo Presidente che ha avuto la mia stima come uomo e come politico è stato Francesco Cossiga. Dopo di lui solo naftalina di regime.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.