Migranti, sindaco di Castel Volturno: “Ci costano 4 milioni su un bilancio di 20”

Condividi!

“Non è la sanatoria la soluzione per gli immigrati”. Luigi Petrella, il sindaco di Castel Volturno, è perplesso circa la regolarizzazione degli immigrati contenuta nel dl Rilancio. “Castel Volturno – dice – è un caso unico in Italia per avere 20mila immigrati su una popolazione residente di 27mila persone. E’ una città che deve avere una diversa soluzione. Anche perché questi numeri comportano delle spese al Comune.

“Abbiamo calcolato – confessa il sindaco a Repubblica  che gli immigrati irregolari, che non pagano nulla, ci costano circa 4 milioni di euro l’anno su un bilancio di 20 milioni. Qui non ci sono posti di lavoro, tant’è che la maggior parte qui dorme solo e poi si sposta altrove per lavorare. Se regolarizzare significa portare ad una soluzione, allora ben venga – ammette il sindaco Petrella – ma il problema è che, con i numeri alti che abbiamo per Castel Volturno, non è una soluzione.”

E conclude: “La maggior parte degli immigrati qui vive in situazioni di disagio e anche di degrado dal punto di vista sanitario, come si può dare un’opportunità in questo modo? Non possiamo continuare a subire, bisogna limitare i numeri. I cittadini residenti non ce la fanno più, pagano il doppio delle tasse perché ognuno di loro paga anche per un immigrato”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.