Ong spagnola con 36 migranti verso Palermo, Musumeci: “No all’approdo”

Condividi!


E’ in viaggio verso Palermo la Aita Mari, nave della ong basca Salvamento maritimo humanitario, con 36 immigrati a bordo. I migranti sono stati prelevati domenica scorsa in acque maltesi ed erano 43, ma 8 di loro sono stati già portati a Lampedusa per non meglio specificati “motivi sanitari”.

Ma sullo sbarco in Sicilia arriva un secco no da parte del presidente della Regione Nello Musumeci: “Il governo della Regione dice no all’approdo”, scrive in una nota. “Sarebbe grave se Roma consentisse lo sbarco di queste persone, dopo il rifiuto di altri Paesi dell’Unione Europea, in un’Isola che vive con alta tensione gli effetti dell’emergenza epidemica”.

Sul caso è arrivato il commento del leader della Lega Matteo Salvini: “In arrivo oggi a Palermo anche la nave Ong spagnola Aita Mari, rifiutata da Malta. Il confortevole traghetto Tirrenia è pronto a ospitare la quarantena anche dei nuovi immigrati clandestini, prima di procedere al loro sbarco”, scrive su Twitter. “Complimenti al governo, è davvero la promozione turistica di cui aveva bisogno la Sicilia”, aggiunge Salvini. Lo scrive il Giornale di Sicilia.

Condividi!

3 thoughts on “Ong spagnola con 36 migranti verso Palermo, Musumeci: “No all’approdo”

  1. ERA CHIARO IL”GIOCHETTO”DEL GOVERNO CON LE ONG, ORLANDO SINDACO, TUTTI A BORDO DELLA TIRRENIA!!! PORTI CHIUSI?!? 😳😳E… LE NAVI ONG… QUARANTENA O.. RIPARTONO A RICARICARE.. LA SICILIA.. MORIRÀ… BASTARDI MALEDETTI!!!

  2. Ieri, uno di questi sfacciati grugni neri, raccattati dalle ONG e pasciuti nei centri accoglienza, stava passeggiando allegramente, cuffie agli orecchi, godendosi il solicchio. Il cane della mia vicina gli ha abbaiato e lui ha iniziato ad insultare lei, evidentemente, si aspetta che anche i cani, in Italia, debbano essere ossequiosi coi negri.
    Ecco, cosa insegnano a questi arroganti vermi, nelle cooperative rosse: a inveire contro gli Italiani e a gridare offese scurrili alla gente, che ha SOLO il DOVERE di nutrirli, curarli e mostrarsi accondiscendente. E insegnarlo anche ai cani.

  3. Le cose vanno chiamate con il loro nome, la Alan Kurdi ha preteso il trasbordo dei calndestini perchè se attraccava in porto si sarebbe dovuta sorbire la quarantena e la sinistra italiana ha calato le braghe, adesso come può rifiutare la Alta Mari?, questi vanno cacciati a calci in culo insieme alla magistratura di sinistra, perchè vincere le elezioni non serve a nulla, il vero potere sta nella magistratura di sinistra, occorre cambiare la composizione del consiglio superiore della magistratura altrimenti non illudetevi, non cambia nulla.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.