Padoan: “Rinunciare agli aiuti UE (prestiti) significherebbe uscita dall’Euro”

Condividi!

“Diciamolo chiaramente, “fare da soli” oggi è un linguaggio nuovo per un’idea vecchia: uscire dall’euro. Chi lo sa lo ammetta. Chi non se ne rende conto, ci rifletta”. Pier Carlo Padoan, ex ministro dell’economia lancia l’allarme sugli esiti di un possibile rifiuto da parte italiana al Consiglio Europeo del corposo pacchetto di aiuti (prestiti, ndr) che si sta prospettando per i Paesi colpiti dal Coronavirus, avvertendo che non è affatto scontato che la Bce acquisti titoli italiani senza limiti di tempo e di quantità anche in futuro. Lo riporta Tiscali.

“Tra qualche giorno il Consiglio Europeo – scrive Padoan – dovrà dare il via al pacchetto di misure (prestiti, ndr) per fronteggiare la crisi del Covid-19 discusse dall’Eurogruppo qualche giorno fa. Il pacchetto comprende, come è noto, misure molto controverse nel nostro Paese come il MES, misure innovative come il pacchetto Sure sulla disoccupazione, un rinforzato ruolo della Bei, il Recovery Fund, e un possibile ruolo molto più esteso del Bilancio Ue”.

Condividi!

One thought on “Padoan: “Rinunciare agli aiuti UE (prestiti) significherebbe uscita dall’Euro”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.