Prete sgozzato, tunisino confessa: “L’ho fatto per evitare rimpatrio”

Condividi!

Il tunisino che ha ucciso ieri mattina don Roberto Malgesini a Como «ha ammesso le proprie responsabilità in ordine all’omicidio e ne ha descritto dinamica e movente, quest’ultimo, allo stato, esclusivamente riconducibile al convincimento di essere una vittima di un complotto che ne avrebbe determinato il rimpatrio in Tunisia». Problemi “psichici”? No, voleva evitare il rimpatrio.

E così questo criminale che veniva ospitato in parrocchia da prete e Caritas, noto per diversi reati e che doveva essere espulso da anni mentre veniva illegalmente mantenuto dalla Chiesa di Papa Bergoglio, ha ammazzato don Malgesini perché, così, non verrà più rimpatriato. Per lui carcere gratis. Per pochi anni. E poi farà come tanti altri assassini: mezza pensione, con notte in carcere e il giorno a spasso. È quanto riporta BlogSicilia.it.


Condividi!

One thought on “Prete sgozzato, tunisino confessa: “L’ho fatto per evitare rimpatrio”

  1. Mattarella , Conte e la Lamorgese, andranno al funerale del prete? Penso proprio di no, perchè sono i clandestini che vanno salvaguardati. ai quali va fatto, quasi, un funerale di stato. L’ipocrisia è in aumento, cosa ci riserva il prossimo futuro? Mah!!!!!!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.