Prof. Meluzzi: “Pandemia strumento per imporre regime di controllo psico-socio-sanitario”

Condividi!

Prof. Meluzzi: “Ogni giorno muiono in Italia per neoplasie circa 600 persone, 400 per disturbi vascolari, 40 per altri tipi di infezioni o malattie virali, e secondo i dati più recenti non si arriva alle 4/5 persone al giorno per possibili conseguenze del Coronavirus in soggetti molto anziani. Per quale ragione quindi questo immenso allarme?”.

Condividi!

2 thoughts on “Prof. Meluzzi: “Pandemia strumento per imporre regime di controllo psico-socio-sanitario”

  1. Ma come fermare questo Governo Esimio Prof. Meluzzi?
    A me sembra, inoltre, che anche l’area politica di Destra sia in qualche modo imbrigliata e resa quasi inoffensiva, almeno questa è la mia impressione dove ci vedo invece, in positivo contro bilanciamento, una incoraggiante presa di posizione, oltre alla sua molto efficace ed incisiva, di altre figure che coraggiosamente si contrappongono ad un Potere che sembra non tema alcuna reazione delle controparti. Sarà che chi li tutela ha dato loro tutte le garanzie e altri supporti logistici?
    La ringrazio per la gradita sua attenzione.
    Rocco Bitetta

  2. Buongiorno Sig. Rocco, apprezzo il suo commento ma vorrei aggiungere la mia opinione.
    Certo, il Prof. Meluzzi non si fa scrupolo di dire pane al pane e vino al vino come, d’altronde, fanno in tanti altri, mai ammessi ai tg, ovviamente, se non per screditarli.
    Lei dice di vedere l’area politica di Destra imbrigliata, è vero, ma cos’altro potrebbe fare?
    In parlamento, quando ci viene concesso, si battaglia in base ai voti.
    Qualsiasi proposta, contestazione, sbugiardamento non conta nulla se poi i voti non sono sufficienti a farli approvare.
    Non possiamo neanche fare manifestazioni!
    Ha visto la reazione all’avviso di garanzia della procura di Roma: POSSONO fare finta di niente…..certamente che hanno chi li protegge, non c’è nessun dubbio.
    Però prima di archiviare l’inchiesta, formata da oltre 200 differenti esposti provenienti da tutta Italia, (accuse provenienti dal professore Giulio Tarro, virogolo di fama mondiale; il giudice siciliano Angelo Giorgianni, conosciuto per le sue inchiesta sulla mafia, e Pasquale Bacco, noto medico legale oltre a semplici cittadini e non ultimo l’avvocato Taormina) già il codacons si è opposto, dovranno passare sul giudice Clementina Forleo, che mi auguro non gliela farà passare liscia, potendo!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.