Renzi candida Scalfarotto in Puglia: visitò in carcere assassini vicebrigadiere Cerciello

Condividi!

Le Regionali in Puglia non sono mai state più incerte. Da una parte c’è il centrodestra che litiga per il nome di Raffaele Fitto. La Lega non ne vuole sapere di questa candidatura e minaccia la rottura del patto. Salvini prova ad avanzare un veto dovuto alla presunta ineleggibilità dell’eurodeputato di Fratelli d’Italia. Ma Forza Italia e il partito della Meloni fanno scudo e smontano prontamente questa tesi. Ma nel centrodestra i nervi restano tesi. Non va meglio per la coalizione di sinistra, Italia Viva conferma di non aver intenzione di appoggiare Michele Emiliano, che fino all’ultimo sta cercando di ottenere più consensi possibili a sinistra e ha aperto anche al M5s: “La mia disponibilità al dialogo è totale”.

Ma Matteo Renzi non ne vuole sapere e si prepara a candidare con l’appoggio anche di +Europa, Ivan Scalfarotto. Una notizia circolata con crescente insistenza, nelle settimane passate, ma ora a un passo dall’ufficializzazione. Tanto più necessaria giacché la politica pugliese si prepara ad affrontare una campagna elettorale estiva, in vista del voto per le Regionali a settembre.

Condividi!

One thought on “Renzi candida Scalfarotto in Puglia: visitò in carcere assassini vicebrigadiere Cerciello

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.