Sardine in ginocchio per Floyd: non per gli 800mila cassintegrati dimenticati

Condividi!

“Roma, con la scusa di un fantomatico razzismo che in Italia non esiste, le sardine si inginocchiano davanti al Coronavirus, visto l’entità del assembramento. D’altronde lo hanno detto Loro: “Siamo il paese più ignorante d’Europa”, sono passati dalla teoria alla pratica”. Lo scrive Radio Savana sul suo profilo Twitter.

“Scopriamo che negli USA il 78% di omicidi è commesso da neri, come il 79% delle rapine e il 90% dello spaccio; lo scorso anno sono stati oltre 5 mila i bianchi assassinati da neri, qualcuno sa il nome di uno di loro? Ci sono state devastazioni dopo le morti? Oltre 6mila donne stuprate da neri, qualche nome? Mille poliziotti uccisi da neri, qualche nome? Se ad essere ucciso è un nero da un bianco America razzista e devastazioni con omicidi; se ad essere ucciso è un bianco da un nero, eh beh, succede”, precisa subito dopo.

“Per capire questo Paese basta vedere la prima pagina del Corriere di Bologna e la retorica della piazza con tutti gli assembrati in ginocchio per George Floyd ma non in ginocchio davanti alle 800 mila persone che non hanno ancora ricevuto la Cassa Integrazione”, afferma uno sconsolato Nicola Porro sempre su Twitter.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.