Sbarchi a raffica, prof. Meluzzi: “Diabolica realtà che distruggerà la nostra economia”

Condividi!

Prof. Meluzzi: “Davvero possiamo credere che il furore immigrazionista di questo governo, con gli hotspot che esplodono, con 1.000 persone a Lampedusa, con la difficoltà di trasferire forzatamente questi disperati in altre regioni, sia soltanto il risultato di una generosa ideologia catto-marxista di un automatismo del politicamente corretto o semplicemente di una strategia invece che, come anche una sentenza della magistratura ha recentemente tracciato, consentirà di dichiarare perseguitati e richiedenti asilo le persone già nelle loro terre di origine; quindi dovremmo avere delle esplosioni in Tunisia, in Libia, nei Paesi dell’Africa centrale e sub-sahariana affinché tutti debbano e possano venire velocemente in Italia”. Così ImolaOggi.

“Ma quale meccanismo spinge questa diabolica realtà che distruggerà non soltanto la nostra economia, creerà difficoltà, creerà una leva di disperati, vittime della mafia immigrazionista e schiavi nella nostra terra. Ricordando le parole del Papa Benedetto XVI, che ricordò il diritto a rimanere nella propria terra, prima ancora del diritto a migrare, c’è qualcosa di assolutamente patologico in tutto questo”.

“Per capire, bisogna ricordare quella stretta di mano tra Soros e il potente Gentiloni Silveri, conte di Macerata, che risulta e fa risultare questo Paese totalmente acquiescente e schiavo di una élite lobbistico-immigrazionista che vuole un esercito di riserva, come il Black Lives Matter americano, affinché la nostra cultura, la nostra civiltà, il nostro pensiero cristiano, la nostra verità, che non è basata, come dire, sulla pura generosità, ma sulla ragione, debba essere calpestata. Questo non è cristianesimo, non è nulla, è semplicemente qualcosa di diabolico e di satanico, ricordatelo sempre”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.