Sindaco avverte Lamorgese: “Non voglio clandestini qui a Messina. Portali in Parlamento”

Condividi!

Chiudono le discoteche ma lasciano fuggire clandestini infetti. Messina, ennesima fuga di massa di 20 immigrati clandestini africani. Cateno De Luca: “Lamorgese portali in Parlamento, non voglio più clandestini: dal 27 agosto inizio a prendervi a calci nel culo!“. Così Radio Savana sul suo profilo Twitter.

La reazione degli utenti: “È chiaro e si esprime bene. Se fa solo una parte di quello che dice, fa del bene alla sua gente”. “Attenzione a Dudù, il barboncino tunisino”. “Grande Cateno, finalmente un sindaco con la S maiuscola”. “Quest’uomo comincia a piacermi”. “Cateno prepara anche tu un pullman e scaricali a Palazzo Chigi”. “Poteva solo risparmiarsi la disinfestazione della sabbia, per il resto è ok come sindaco”.

Condividi!

4 thoughts on “Sindaco avverte Lamorgese: “Non voglio clandestini qui a Messina. Portali in Parlamento”

  1. Dopo l’iniziativa del sindaco di Gonars (Udine) di portare 5 minori non accompagnati direttamente a palazzo Chigi, dopo l’iniziativa del presidente della regione Abruzzo di stendersi tutti in strada per non far passare i pullmans di migranti, mentre non arrivano da 4 anni i soldi per la ricostruzione delle case per i terremotati, ben venga l’ipotesi del sindaco di Messina di portare i clandestini in regalo al Parlamento. Forza sindaci, fatevi coraggio, più siete e meglio è, perchè il governo fa finta di non capire.

  2. Gentile Giuliana, il governo fa ben peggio di far finta di non capire, è consapevolmente complice di ong e scafisti, come d’altronde confermato anche da quel pezzente di Sassoli in Europa! Nulla è fatto per caso, è solo per tornaconto, loro, non nostro!

  3. Bravo Sindaco.E’ da augurarsi che tutti gli altri Sindaci (meno i sinistri) seguano il suo esempio.Congratulazioni!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.