Solinas (Lega): “Migranti in Sardegna per la quarantena? Non siamo luogo di deportazione”

Condividi!

La Protezione Civile cerca alberghi in Sardegna per mettere in quarantena i migranti. È tutto scritto in una comunicazione di Federalberghi inviata ai proprietari e gestori di hotel e b&b dell’Isola, in cui si inoltra la richiesta fatta dalla Protezione Civile italiana di ospitare migranti in quarantena nelle strutture attualmente chiuse a causa del Coronavirus. Si cercano in particolare “strutture da 50/100 posti letto e preferibilmente ubicate in contesti isolati”, si legge, “La richiesta riguarda tutto il sud Sardegna”, in caso si avessero disponibilità da segnalare. 

mail-migranti-quar

“Mi auguro che non si stia pensando di trasformare la Sardegna in luogo di deportazione per poveri migranti sbarcati in Italia”. Lo ha detto il presidente della Regione Christian Solinas, al termine del punto stampa di questa sera in videoconferenza, chiarendo la sua posizione sull’individuazione di strutture in Sardegna per far trascorrere la quarantena ai migranti che arrivano in Italia. Lo scrive YouTG.net

“Siamo stati nel tempo luogo di deportazione dei cristiani, ci manca solo che diventiamo luogo di deportazione dei poveri migranti che arrivano sul resto del territorio nazionale, magari con la scusa che siamo ospitali e c’è spazio – ha detto Solinas – mi auguro che non sia nelle corde del governo. Non possiamo certamente distogliere le risorse che abbiamo per altre emergenze“. 

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.