Stato d’emergenza, storico: “Svolta autoritaria, conseguenze nefaste per il Paese”

Condividi!

(Di Eugenio Capozzi) – Se il governo prorogherà lo stato di emergenza dopo il 31 luglio si tratterà del consolidamento di una vera e propria svolta autoritaria, dopo mesi di plateali violazioni dei diritti civili e della costituzione da parte dell’esecutivo nazionale e di molti tra quelli regionali. Sul piano sanitario non c’è nulla che giustifichi la proroga, nonostante continue campagne mediatiche allarmistiche fondate su fake news. L’epidemia è ormai ridotta ai minimi termini e inoffensiva. I nuovi casi registrati sono quasi tutti asintomatici e non sviluppano la malattia. Gli attualmente positivi, i ricoverati, i ricoverati in terapia intensiva calano quotidianamente, e sono ormai ridotti a numeri risibili.

Tutto quello che il governo dovrebbe fare sarebbe controllare gli arrivi dall’estero (e lo fa malissimo), e controllare che siano tenuti sterilizzati ospedali, cliniche case di riposo, dove ci sono i soggetti a rischio. Cose possibili e necessarie anche in regime ordinario di democrazia. Anche il solo parlare ancora di lockdown e restrizioni alle attività economiche e sociali, con un paese in ginocchio e decine di migliaia di imprese sull’orlo del fallimento, è da irresponsabili criminali. Prolungare ancora lo stato di emergenza servirebbe solo ad un governo incapace per aggrapparsi al suo potere, limitare le libertà costituzionali, impedire le proteste politiche e sociali, silenziare le opposizioni, continuare nell’instaurazione di uno stato di polizia sanitaria.

Chiunque creda nella libertà e nella democrazia si deve opporre con tutte le forze e in tutti i modi possibili a questo sopruso, che rischia di dare il colpo di grazia alla nostra economia, alle nostre istituzioni, alla nostra cultura. Chiunque, nella politica e nelle istituzioni, nella maggioranza e nell’opposizione, a destra e a sinistra, approverà questa manovra, se ne farà complice attivo o passivo, o non opporrà tutta la resistenza necessaria per impedire che essa vada in porto, avrà perso definitivamente ogni credibilità democratica, e dovrà essere considerato responsabile di tutte le conseguenze nefaste che essa, se attuata, provocherà

Condividi!

3 thoughts on “Stato d’emergenza, storico: “Svolta autoritaria, conseguenze nefaste per il Paese”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.