Tolta patria potestà a mamma no vax, Lorenzin esulta: “I figli non sono proprietà dei genitori”

Condividi!

A Trento è stata tolta la potestà genitoriale ad una mamma no vax perché non voleva vaccinare il figlio. Aveva chiesto di aspettare, ma poi non era riuscita a raggiungere un accordo col marito. E allora il tribunale ha fatto da sé, decidendo di limitare parzialmente la sua responsabilità genitoriale. Sulla vicenda interviene l’ex ministra Beatrice Lorenzin (Pd) che sui social esulta: “Questa sentenza esemplare evidenzia ancora una volta che i figli non sono proprietà dei genitori ma come riconosciuto dalla Carta del Fanciullo sono titolari di propri diritti incomprimibili e il giudice in un ordinamento moderno e avanzato tutela l’inviolabilità dei diritti in capo al bambino anche di fronte ai genitori. Il diritto alla salute è uno di questi diritti e quando, come in questo caso, l’irrazionale convincimento del genitore mina l’integrità e la salute del bambino il giudice interviene”.

“Dobbiamo comprendere che in questa fase oltre al rischio SARS-CoV-2 rimane intatto il rischio delle altre infezioni, quelle che devono essere debellate da vaccinazione obbligatoria. La sentenza ci aiuta anche nel dibattito sulla sicurezza nazionale alla luce della stagione autunnale che ci prestiamo ad affrontare dove ci troveremo a fronteggiare sia la consueta sindrome influenzale sia i crescenti focolai di covid“, aggiunge.

“Il tema vaccinazioni – conclude – rimane top agenda anche alla luce dell’atteso vaccino per Covid-19. Come dimostra la storia delle vaccinazioni nel paese bisogna continuare a tenere alta la sorveglianza e continuare con efficaci campagne per la vaccinazione di massa. La prevenzione funziona se è accompagnata da azioni continuative nel tempo per non far scemare la percezione di rischio nelle nuove generazioni. Sarebbe utile reintrodurre la medicina scolastica che tanto ha fatto per le generazioni precedenti”.

Condividi!

4 thoughts on “Tolta patria potestà a mamma no vax, Lorenzin esulta: “I figli non sono proprietà dei genitori”

  1. Non discuto il motivo per cui si sia giunti alla sentenza di un giudice ma la sola idea che questa demente ESULTI per la potestà tolta ad una madre mi fa venire voglia di augurarle altrettanto per i suoi di figli per una qualsiasi altra ragione per cui lei non sia d’accordo. Solo una comunista di merda come lei può essere così felice!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.org | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.